Alpine Renault A110 1600S année de construction 1971 bleu métallique 1:18 Nore
Trumpeter TP1598 GERMAN KRUPP STEYR WAFFENTRAGER KIT 1:35

I ricercatori della Fondazione Veronesi
2019

Ixo model TRU028 MAN BUSSING 1975 WANDT 1:43

Akihiro Maeda

SPARK MODEL SG126 MERCEDES C-COUPE N.17 DTM 2013 D.JUNCADELLA 1:43 DIE CAST

La ricerca in numeri

CEF REPLEX POMPIER RENAULT EPA 30 grande échelle 1:43 TRES PROCHE DU NEUF Le borse di studio che sosteniamo

Newsletter

Trumpeter Tp0362 Carro German Pezzi Kpfw Kit 1:35 2128247 Iscriviti alla Newsletter

I tool della salute

DINKY TOYS 169 FORD CORSAIR 2000E Argento/Nero-OTTIMO PLUS COND-Boxed

AREA DOWNLOAD

JM2134715 Sky Marks SK1942 CAMION TRASPORTO CAVALLI 1:50
Diecast Masters 1:50 Caterpillar CT660 Dumper Rosso/Argento.
JOLLY MODEL JL6033 - FERRARI 330 TRI LM Le mans 1963 N 10 Rodriguez 1/43
DINKY TOYS FRANCE PEUGEOT 403 FAMILIALE EN BOITE ORIGINALE N 24 F S

Maura Massimino per Gold for Kids

SCHUCO. STUDIO . 1980

Da non perdere

JM2142605 Replicagri REPLI139 FALCIATRICE CONDIZIONATRICE FRONTALE KHUN FC 3125
BestModel Best Model 9465 PORSCHE ABARTH SEBRING 1963 1/43 Modellino Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Art Model Art Model AM0111 FERRARI DINO 206 N.196 T.FL. 66 1/43

Un anticorpo monoclonale, il teplizumab, potrebbe ridurre la distruzione delle cellule beta del pancreas nei pazienti ad alto rischio (chi ha già un parente malato)

12-06-2019
PIQUET BRABHAM ALFA ROMEO bt46 CANADIAN GP 1978 Minichamps 1:43 formula 1 «Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

«Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

Da oggi disponibili in rete i video realizzati dagli adolescenti in cura (o curati) all'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per rispondere ai dubbi dei coetanei che si ammalano di cancro

10-06-2019
24H LE MANS 1999 AUDI R8C N 9 STARTER 1/43ème SL018

L’ingiustificata euforia di una partita inutile spinge Ancelotti a sbagliare formazione. Creativo nei fuochi d’artificio, l’allenatore chiede più che al Napoli a se stesso troppi favori. Il primo, dimentica la squalifica di Allan e Koulibaly, due colossi in fare difensiva. Secondo, offre un imbarco da ultimo minuto a Verdi, che arriva come un figurante di ultima fila proprio a Bologna, dove aveva lasciato discreti ricordi. Terzo, rimette in vetrina Insigne, ogni riferimento al mercato non è casuale. Ancelotti è uomo di coraggio, e ora ne trova ancora di più. Con consapevole imprudenza lascia fuori Callejon, un vigile inflessibile della fascia destra, per far posto ad un sempre più scolorito Verdi. Non lo trova invece Mertens, tra i migliori per prontezza e ubiquità tattica contro l’Inter. I vizi strutturali sono mascherati nei primi 25 minuti dal Napoli ben disposto in fase attiva. Crea molto, tira spesso, sbaglia troppo. Insigne insiste con il suo interno destro, tentativi deboli e fuori porta. Il Bologna concede campo, ma ha gli uomini giusti per recuperarlo presto. Pulgar e Dzemail spingono e marcano. Sono i due mediani del 4-2-3-1. Soriano e l’inossidabile Palacio si uniscono al coro per lanciare Santander, bravo in fase difensiva e audace nelle ripartenze, puntuale per il primo gol di testa. Il Napoli aveva più volte rischiato sulle palle alte con difesa mai piazzata e senza Koulibaly. Inevitabile il raddoppio di Dzemaili con un tiro perentorio a palla scoperta, perché il Napoli si sfilaccia ad ogni assolto del Bologna. Ancelotti si pente della sua incauta generosità con Verdi e Insigne. Sono i primi che elimina. Perché impalpabili in avanti e assenti in fase difensiva. Verdi non è Callejon, come Insigne non vale l’ultimo Mertens. Di più: Luperto non è Koulibaly, Albiol perde nel gioco alto, Zielinski non è Allan, Younes si incarta con la palla finché non trova a chi darla, solo Fabian Ruiz dà qualche lampo di genio, per emergere nella ripresa, prova ad essere l’anima di una più equilibrata. Callejon attiva il suo settore, sull’altro versante Ghoulam si candida per una grande stagione, non è un caso che segni lui il primo gol. Milik apre spesso a destra per lasciare spazio a Mertens, e non è un caso che assegni lui il secondo, ispirato da Younes che per una volta sa a chi dare la palla, l’esclusione di Dzemali slega Zielinski che coglie il 27esimo palo. Se i numeri contano, la classifica chiude con 79 punti, 12 meno dell’anno scorso e qualche bocciato. Un nome: Verdi. Ma Insigne e Milik sono a malapena rimandati.

JOLLY MODEL JL0176 - FERRARI 166 MM ABARTH 1953 N 145 - 1/43
Condividi:
BMW 318i 318 serie 3er e21 rosso ROSSO 1975 NUOVO IN METALLO RESINA KK 1/1500 1:18  
Porsche 356 A Carrera GT 1500 GS 1957 bleue Meissen 1/18 Sunstar 1329

News dalla Fondazione

Audi Rs 5 33 DTM Campione 2017 Rene Racing 1:43 Spark
Schuco MINI COOPER S Steves MINI
RAR: ERTL American Muscle DODGE VIPER srt-10 in 1:18, CONFEZIONE ORIGINALE MOLTO RARO 10-06-2019

Aperto il bando per i finanziamenti alla ricerca 2020

NOREV 184826 - Peugeot 504 Cabriolet 1970 Capucine giallo 1/18
Best MODEL 9454 - Lola T70 spider bleu 1966 N 7 1/43
JOLLY MODEL JL0858 - FERRARI 225 EXPORT STRADALE ROSSA – BIANCA 1952 1/43 28-05-2019

«Dona le tue rughe»: la campagna a sostegno delle donne col cancro

DODGE Monaco, rame, 1:43, neo Limited 300 28-05-2019

Fondazione Umberto Veronesi al Festival della fantascienza



COLUMBIA XJL-1 ANIGRAND 1/72 RESIN KIT